PRESENTATO L’ULTIMO ROMANZO DI FULVIO ABBATE

Giovedì 18 settembre a Villa Piccolo si è svolto l’ultimo appuntamento del ciclo “Politically incorrect – la cultura del dubbio” inserito nella rassegna “Ingressi di paesaggi” promossa dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella”.

E’ stato presentato il libro di Fulvio Abbate “Intanto anche dicembre è passato” (Baldini & Castoldi). La presentazione è stata organizzata in collaborazione con il Festival letterario NaxosLegge. Ha introdotto il giornalista Alberto Samonà e ha preso parte all’incontro il presidente della Fondazione, Giuseppe Benedetto.

Abbate, scrittore e giornalista palermitano ma residente a Roma è ritenuto fra i più “scorretti” d’Italia. Da casa propria tiene quotidianamente una rubrica su Youtube intitolata “Teledurruti” dalla quale esprime il proprio pensiero sui principali fatti italiani.

Con questo libro Abbate ha concorso al Premio Strega, che non ha esitato ad attaccare: “Lo Strega è diventato l’obitorio di ogni fantasia”, ha detto. Una presentazione allegra, con, a conclusione, diverse domande da parte del pubblico.

Prima della presentazione Fulvio Abbate ha visitato la casa-museo, il parco e il cimitero dei cani. Proprio nella casa Museo il 18 settembre ha girato una puntata della sua striscia quotidiana “Teledurruti”. Nel corso della presentazione, lo scrittore ha anche ricordato di essere stato a Villa Piccolo nei primi anni ’90 e di avere racolto le esperienze vissute in quella occasione all’interno di un suo libro su Capo d’Orlando.